Le sezioni
       
Home /

Fondo di integrazione salariale – apprendisti nel computo della media occupazionale

L’Inps ha pubblicato il messaggio n. 548 del 8 febbraio 2016, con il quale comunica che a decorrere dalla mensilità febbraio 2016 la procedura Uniemens inserirà gli apprendisti nel computo della media occupazionale di più 15 dipendenti nel semestre precedente.

La disposizione nasce dal fatto che l’Ufficio legislativo del Ministero del lavoro (nota prot. 457/2016),  ha reso noto che, nelle more dell’adozione del decreto di cui all’articolo 28, comma 4, del Decreto legislativo n. 148/2015, risultano immediatamente applicabili le nuove regole di cui al d.lgs n. 148/2015 ai soggetti che risultano già iscritti al Fondo di solidarietà residuale. In particolare, il Ministero ha  precisato che a tali soggetti si applicano, sempre con decorrenza 1° gennaio 2016, anche le disposizioni di cui all’articolo 29, comma 2, che prevede l’inclusione degli apprendisti nel computo della media occupazionale.

I datori di lavoro che nel mese di gennaio 2016 sono risultati destinatari dell’obbligo di contribuzione al Fondo di integrazione salariale per raggiungimento della media occupazionale di più di quindici dipendenti solo in virtù dell’apporto degli apprendisti nella predetta media occupazionale, potranno regolarizzare il versamento del contributo ordinario dovuto per la mensilità di gennaio 2016, entro il terzo mese successivo alla pubblicazione del presente messaggio, valorizzando – all’interno di <DenunciaAziendale> <AltrePartiteADebito> – l’elemento <AltreADebito> ed indicando i seguenti dati: in <CausaleADebito> il codice “M131”; in <Retribuzione> l’importo dell’imponibile, calcolato sulla retribuzione imponibile ai fini previdenziali di tutti i lavoratori dipendenti, esclusi i dirigenti; in <SommaADebito> l’importo del contributo, pari allo 0,65% dell’imponibile.

Print Friendly